home | contatti | mappa del sito | credits |        
 
   
Strumenti e leggi Sintesi e pdf scaricabili delle principali norme legislative
 
legge quadro dell'8.11.1991 "disciplina delle cooperative sociali"

modifica apportata all'art.5 della legge 381/91

legge regionale 21/03 "norme per la cooperazione in Lombardia"

convenzione di inserimento lavorativo

cooperative sociali ed enti pubblici

delibera di indirizzo

modello inserimento lavorativo e schema

protocollo d’intesa per l’integrazione sociale, lavorativa e formativa

limiti di soglia degli appalti pubblici

D.Lgs. 163/06: Art. 52 “Appalti riservati”

D.Lgs. 163/06: Art. 69 “Condizioni particolari di esecuzione del contratto prescritte nel bando o nell'invito”

Legge 68/99: "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"

Legge 328/2000: "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali"

D.Lgs. 163/06: "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE"

Protocollo d'Intesa Enti Pubblici e Cooperative Sociali Regione Lombardia

Provincia di Milano: Delibera

Comune di Milano: Delibera

 

 

1) Legge quadro dell'8 Novembre 1991, Numero 381/91, "Disciplina delle cooperative sociali"
 

La legge N. 381/91, ha definito con maggior chiarezza lo status giuridico delle Cooperative Sociali, distinguendo tra:
  • cooperative sociali di tipo A, a cui è affidata la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi.

  • Cooperative sociali di tipo B, finalizzate all'inserimento lavorativo di persone in situazione di svantaggio sociale, attraverso lo svolgimento di attività diverse: agricole, industriali, commerciali o di servizi.

Le legge 391/91 definisce con chiarezza il ruolo della cooperazione di solidarietà sociale nel contesto della società italiana. All’art. 1 il legislatore ricorda che alle cooperative sociali è affidato “lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini”.


  2) MODIFICA APPORTATA ALL'ART 5 DELLA LEGGE 381/91 con la Legge n. 52 del 6/2/96 "Legge comunitaria 1994"
 

La legge 52 modifica l’art. 5 inserendo il concetto di gara soprasoglia con clausole sociali e allarga agli organismi europei analoghi alle cooperative sociali la possibilità di affidamento diretto. In evidenza le parti modificate.


  3) Legge Regionale 21/03 "Norme per la cooperazione in Lombardia"


La Legge Regionale del 18 novembre 2003 n. 21 «Norme per la cooperazione in Lombardia» è la legge che sostituisce la Legge Regionale 16/93 e che norma la cooperazione, e quindi la cooperazione sociale, in Lombardia, riconosce il ruolo della cooperazione, sostiene e promuove la cooperazione e riordina il sistema delle autonomie.


 4) Convenzione di inserimento lavorativo


Schema di convenzione tra Ente Pubblico e Cooperativa Sociale ai sensi dell’art. 5, comma 1, della legge 8 novembre 1991, n. 381, finalizzata a creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate e ai sensi dell’art. 11 comma 3, della legge regionale 18 novembre 2003, n. 21 «Norme per la cooperazione in Lombardia».
(da “
Cooperative sociali ed Enti Pubblici” prodotto e diffuso dalla Regione Lombardia - Direzione Generale Industria, Piccola e Media Impresa e Cooperazione)


  5) “Cooperative sociali ed Enti Pubblici”

Schemi di convenzione ai sensi dell’art. 11 comma 3, della legge regionale 18 novembre 2003, n. 21 «Norme per la cooperazione in Lombardia» prodotto e diffuso da Regione Lombardia - Direzione Generale Industria, Piccola e Media Impresa e Cooperazione.


  6) Delibera di indirizzo

Atto con il quale un ente pubblico riconosce e norma forme di parternariato tra le Amministrazioni Locali e le Cooperative Sociali per favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.


  7) Modello inserimento lavorativo e schema


Il modello di inserimento lavorativo è frutto di un lavoro congiunto tra 8 cooperative consorziate, che a loro volta avevano già elaborato modelli analoghi. Attraverso un finanziamento della Fondazione Cariplo è stato possibile realizzare un modello di inserimento lavorativo che viene proposto a tutte le cooperative socie di tipo B, nell’ottica di un miglioramento continuo anche sul fronte delle metodologie e degli strumenti oltre che delle figure di riferimento.


  8) Protocollo d’intesa per l’integrazione sociale, lavorativa e formativa


Strumento con il quale la cooperativa sociale e i servizi pubblici definiscono le modalità di collaborazione per la realizzazione di percorsi d’inserimento socio lavorativo.


  9) AGGIORNAMENTO Limiti di soglia degli appalti pubblici


REGOLAMENTO (CE) N. 1177/2009 che modifica le direttive del Parlamento europeo e del Consiglio 2004/17/CE, 2004/18/CE e 2009/81/CE riguardo alle soglie di applicazione in materia di procedure di aggiudicazione degli appalti (Testo rilevante ai fini del SEE).


  10) D.Lgs. 163/06: Art. 52 “Appalti riservati”


L’articolo 52 del Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163 “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” che riafferma la legittimità delle “
norme vigenti per le cooperative sociali” e che esplicita la possibilità di procedere ad appalti riservati “in relazione a singoli appalti, o in considerazione dell'oggetto di determinati appalti”.


  11) D.Lgs. 163/06: Art. 69 “Condizioni particolari di esecuzione del contratto prescritte nel bando o nell'invito”


L’articolo 69 del Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163 “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” che prevede che “
comma 1 - le stazioni appaltanti possono esigere condizioni particolari per l'esecuzione del contratto, purché siano compatibili con il diritto comunitario e, tra l'altro, con i principi di parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, e purché siano precisate nel bando di gara, o nell'invito in caso di procedure senza bando, o nel capitolato d'oneri. E aggiunge “comma 2. Dette condizioni possono attenere, in particolare, a esigenze sociali o ambientali”.

scarica il pdf


  12) Legge 68/99


Norme per il diritto al lavoro dei disabili.

scarica il pdf


  13) Legge 328/2000


Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali.

scarica il pdf


  14) D.Lgs. 163/06


Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione
delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE.

scarica il pdf


  15) Protocollo d'Intesa Enti Pubblici e Cooperative Sociali Regione Lombardia


Protocollo di intesa per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale.

scarica il pdf


  16) Provincia di Milano: delibera


Approvazione Disciplinare di gara per l'affidamento dei servizi alle Cooperative sociali di tipo B e ai Consorzi di Cooperative.

scarica il pdf


  17) Comune di Milano: delibera


Istituzione di un “Elenco speciale delle cooperative di tipo B ai sensi della legge n. 381/1991” presso la Direzione Centrale Famiglia, Scuola e Politiche Sociali e approvazione delle linee di indirizzo per l’affidamento, alle cooperative sociali di tipo B di servizi e di forniture comunali, allo scopo di favorire l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati.

 

 

Consorzio CS&L - Tutti i diritti riservati - Partita Iva e Codice Fiscale 02239200963